• Mirko Rizzi

Locandine

OBIETTIVI: sottolineare il valore della composizione corale e riflessione sull'importanza dei dettagli Età: da 6 anni in sù Ho creato questo esercizio come ulteriore possibilità del lavoro collettivo sulle statue. L'idea è quella, a partire da storie conosciute dai partecipanti (io di solito parto dalle fiabe classiche), di costruire le locandine. I partecipanti saranno seduti davanti allo spazio scenico: dato il titolo della storia dovranno proporsi per interpretare la statua del soggetto e dell'oggetto scelto che non deve essere comunicato precedentemente. I compagni dovranno riconoscere le interpretazioni dei compagni chiamati precedentemente e cercare di capire cosa possono aggiungere per rendere più completa, ricca e bella la locandina. Questo esercizio permette anche una riflessione sull'importanza degli elementi che si rappresentano e sulla loro posizione nello spazio. Ad esempio: se si volesse ricostruire una locandina di Cappuccetto Rosso con una classe di 25 bambini probabilmente i primi andranno ad interpretare i cinque personaggi principali (Cappuccetto, Lupo, Nonna, Cacciatore e Mamma) che dovranno essere posizionati nella zona centrale (Cappuccetto e Lupo) scalando verso i lati esterni a seconda dell'importanza (Nonna, Cacciatore e Lupo). E tutti gli altri? Assegnati i principali e più ovvi personaggi gli altri partecipanti potranno, singolarmente o in gruppo, aggiungere elementi quali le case, gli alberi (un bosco fatto da un albero non è un bosco), gli animali del bosco, fino a ruscelli, sassi, cespugli, nuvole, eccetera... Quello che conterà sarà il risultato complessivo. Non manco mai di sottolineare (magari a queli partecipanti che difettano in quel momento di una idea che li soddisfi) che ci sono elementi molto importanti che non vanno trascurati che non vengono in mente immediatamente come : il cestino di Cappuccetto, il cappuccio stesso, il fucile del cacciatore, la porta della casa della nonna... che ben si prestano ad interpretazioni molto divertenti. Naturalmente l'interpretazione di tutti gli elementi è libera ma bisogna ricercare la credibilità e la riconoscibilità del soggetto rappresentato Di solito, a locandina completata, scatto una fotografia che poi giro all'insegnante che se loritiene potrà svilupparla successivamente con altri lavori (grafici, pittorici, eccetera...) Sviluppo 1: usare titoli di cartoni animati o film contemporanei (ma tutti devono conoscerli) Sviluppo 2 : inventare una locandina a partire da titoli inventati (nessuno può conoscerli)

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

OBIETTIVI: controllo del corpo e dell'emotività Età: dai 3 anni "Bang" è un esercizio che può essere proposto e trovare validità dai bambini piccoli di 3 anni fino agli adulti. E' necessario uno spazi

Il Gioco delle chiavi è un esercizio che ho sviluppato dopo aver ascoltato Pierre Byland durante un seminario che illustrava un allenamento che si usava fare nella scuola di Lecoq quando lui lì ins

Le palline da Ping Pong sono un materiale interessante sul quale è possibile sviluppare percorsi di sperimentazione fisica e teatrale molto vasti. Qui di seguito illustrerò un percorso completo di a