• Mirko Rizzi

Camminata a coppie

OBIETTIVI: uso dello spazio, relazione con i compagni, formazione del gruppo. Questa è una semplice sequenza di camminate a coppie. Normalmente le coppie le faccio a caso e così faccio sempre anche per i gruppi: è importante che i partecipanti imparino a lavorare con tutti; quando si rendono conto che sempre faccio le coppie o i gruppi a caso e che quindi come gli può capitare un compagno non gradito può anche capitargli un loro amico accettano volentieri questa mia regola. Volendo ad ogni passo successivo della sequenza si possono variare le coppie se non si perde troppo tempo. Età: da 3 anni in sù Regole I partecipanti divisi in coppie e tenendosi per mano dovranno muoversi camminando in uno spazio libero in silenzio e cercando di occupare lo spazio disponibile camminando il più possibile lontani dagli altri. Sequenza delle camminate

  • Camminare in coppia

  • Camminare in coppia ma un membro della coppia sa la strada e conduce l'altro. Quando il conduttore dice CAMBIO i ruoli si invertono (questo va fatto anche nei passi successivi)

  • Come sopra ma chi viene portato deve essere particolarmente svogliato ed opporre una minima resistenza

  • Come sopra ma chi viene portato deve opporre resistenza e cercare di rimanese dove si trova mentre il conduttore deve trascinarlo a forza. Per evitare che si facciano male introduco queste regole

  • Chi viene trascinato deve tenere le gambe sempre incrociate per evitare di far inciampare gli altri

  • Chi trascina deve sempre guardare dove va

  • Entrambi devono avere una presa ben salda di entrambi i polsi del compagno

  • Faccio sedere le coppie schiena contro schiena su una linea che divide il lato lungo dello spazio a metà. al mio VIA entrambi devono spingere all'indietro cercando di portare il compagno fino alla fine dello spazio dal suo lato.

  • Il sedere deve sempre rimanere attaccato a terra

  • Per nessun motivo si deve andare in avanti. Le schiene devono essere bene appoggiate e si spinge solo indietro.

  • Vietato intrecciare le braccia. Il lavoro grosso lo fanno le gambe ma anche le braccia possono spingere senza disturbare il compagno.

  • Vietato prendere la rincorsa: mostrare il rischio che le teste si scontrino.


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

OBIETTIVI: controllo del corpo e dell'emotività Età: dai 3 anni "Bang" è un esercizio che può essere proposto e trovare validità dai bambini piccoli di 3 anni fino agli adulti. E' necessario uno spazi

Il Gioco delle chiavi è un esercizio che ho sviluppato dopo aver ascoltato Pierre Byland durante un seminario che illustrava un allenamento che si usava fare nella scuola di Lecoq quando lui lì ins

Le palline da Ping Pong sono un materiale interessante sul quale è possibile sviluppare percorsi di sperimentazione fisica e teatrale molto vasti. Qui di seguito illustrerò un percorso completo di a